Edward Norton

Edward Norton è indubbiamente uno dei miei attori preferiti in assoluto. Tra le giovani leve è forse il migliore di tutti, con quel suo cipigilio sveglio e il fascino d’altri tempi. Riesce ad adeguarsi ad ogni tipo di ruolo e ogni sua intepretazione ha lasciato il segno e si è imprime indelebilmente negli sguardi degli spettatori proprio per il suo eclettismo e la sua versatilità. Abbiamo visto l’attore interpretare un criminale adolescente al limite della pazzia (Schegge di paura), un ladro abilissimo nel truffare il prossimo, fingendo di essere un ragazzo affetto da qualche disturbo fisico e psichico in una delle sue interpretazioni memorabili (The score), un impiegato alienato e stanco della propria noiosa vita in cerca di nuovi stimoli (Fight club), un uomo a cui resta un solo giorno di libertà prima di andare in galera per molti anni (La 25à ora) e addirittura un prete che cede alle lusinghe di una donna (Tentazioni d’amore, da lui stesso girato). Insomma, un attore a tutto tondo che ha saputo regalarci un sacco di emozioni con quella sua espressione tra il sornione, il sarcastico e l’affascinante che ci ricorda i vecchi divi di una volta.

 Il carismatico genio trasformista


Nome
: Edward James Norton Jr.

Data e luogo di nascita: 18 agosto 1969, Columbia, Maryland, USA.

Il fascino ammaliatore, lo straordinario carisma e un talento istrionico senza precedenti, fanno di Edward Norton un interprete superbo, tanto da essere paragonato a mostri sacri del calibro di Robert De Niro e Dustin Hoffman.

Questo determinato giovane viene alla luce il 18 agosto del 1969: la madre, Robin, è un’insegnante, mentre il padre Edward Sr., noto magistrato statunitense, era un tempo l’avvocato del Presidente Jimmy Carter. La star ha due fratelli maggiori: James e Molly. Sin da piccolo si appassiona alla settima arte, grazie soprattutto alla babysitter Betsy True che gli trasmette questo interesse, portandolo spesso a vedere spettacoli e musical. Ben presto il divo, ancora giovanissimo, decide di coltivare questa sua grande predilezione inscrivendosi ad una scuola di arti teatrali.

Dopo essersi diplomato nel 1987, al Wilde Lake High School di Columbia, si laurea nella prestigiosa università di Yale in storia e cultura orientale. L’ottima conoscenza della lingua giapponese, lo porta per motivi di lavoro nella terra del Sol Levante per tre anni. Norton infatti, lavora ad Osaka per la Enterprise Foundation, istituzione creata dal nonno materno James Rouse, architetto miliardario, ideatore dei primi centri commerciali nonché fondatore della città del Maryland.

Trasferitosi in seguito a New York per intraprendere la carriera di attore, Ed si mantiene lavorando come cameriere e tassista, impieghi che lo stimolano a studiare i comportamenti degli individui che lo circondano. Non ci vuole molto affinché il prestigioso drammaturgo Edward Albee noti le sue attitudini artistiche, offrendo al ragazzo una parte nella produzione destinata al palcoscenico di ‘Fragments’.

Lo straordinario debutto cinematografico, risale al 1996 quando, dopo il rifiuto di Leonardo Di Caprio e più duemila audizioni, Norton viene scritturato nel thriller Schegge di paura. La prodigiosa performance dell’adolescente psicopatico Aaron, riesce a mettere in ombra persino Richard Gere, tanto da far guadagnare a un incredulo Ed, la prima nomination all’Oscar!

Consacrata stella planetaria, l’eclettico Norton, gira nello stesso anno la commedia di Woody Allen Tutti dicono I Love You e il controverso Larry Flynt – Oltre lo scandalo, per la regia di Milos Forman: durante le riprese del film la madre di Edward muore di cancro. L’artista affronta questa terribile situazione buttandosi a capofitto nel lavoro; nel 1998 ottiene una nuova candidatura agli Academy Awards, stavolta come Miglior Attore Protagonista in American History X. In questa pellicola cruda e drammatica, il divo veste i panni del neo-nazista pentito Derek Vinyard.

Dopo lo psicotico e geniale Fight Club di David Fincher, Ed, alle soglie del nuovo millennio, esordisce dietro la macchina da presa nel delizioso Tentazioni d’amore, dove recita al fianco di Ben Stiller. Tra il 2001 e il 2005, l’attore viene diretto, tra gli altri, da Frank Oz nel crime-movie The Score, dal talentuoso Brett Ratner in Red Dragon, da Spike Lee nell’accusatorio La 25ª ora ed infine, dall’illustre Ridley Scott ne Le Crociate.

Contrariamente dai suoi personaggi scomodi e negativi, Edward, è un ragazzo tranquillo e disciplinato:non ha mai fatto uso di droghe, alcool e fumo. Interprete, sceneggiatore, regista e produttore, Norton, adora leggere e suonare la chitarra. Vive in un ranch nei pressi di L.A. con la sua gatta Maggie. Sentimentalmente è stato legato alla rock star Courtney Love, per circa ventiquattro mesi. Nel 2003 invece, il divo ha messo fine alla relazione – durata tre anni – con splendida attrice Salma Hayek.

Nel 2006, compare per incanto nel fantasy The Illusionist e gira il raffinato Il Velo Dipinto. Attualmente Norton è impegnato sul set di numerose opere come Pride and Glory e Motherless Brooklyn.
di Francesca Pellegrini



Lietta Tornabuoni (Lo specchio)

Nel film di John Curran Il velo dipinto c’è un giovane medico inglese che sposa senza amore una ragazza brillante stanca di sentirsi rimproverare d’essere ancora mantenuta dalla famiglia, la porta con sé a Shanghai, scopre di venir tradito da lei con un funzionario stupido, la costringe a seguirlo in un villaggio cinese impestato da un’epidemia dove lui lavora sempre senza occuparsi di lei, e lei diventa una persona migliore. Il medico (sopra) è Edward Norton, 37 anni, l’attore fisicamente più anonimo che ci sia, né brutto né bello, e amante dell’anonimato pure per altri versi: ha fatto e non ha firmato il montaggio definitivo di American History X in cui interpretava un giovane fascista americano, ha riscritto senza firmare Frida in cui era il miliardario progressista Rockefeller costretto a censurare e licenziare il pittore Diego Rivera, ha scritto senza firmarli scene e dialoghi di Down in the Valley, anche prodotto da lui, dove era uno squilibrato innamorato del West (Stetson, pistole, cavallo), idealista bislacco con una profonda nostalgia per un mondo di valori autentici sommerso dal consumismo presente. Norton non si faceva vedere da quattro anni: deciso a mutare stile di vita, si è dedicato alla Fondazione ambientalista istituita da suo nonno, a diverse buone cause sostenute dal partito democratico. Nato nel Maryland da una insegnante di letteratura e da un avvocato, laureato in Storia a Yale, studente di recitazione, ammiratore del Giappone (ne parla anche la lingua), regista di Tentazioni d’amore, vittima di due turbolenti legami con le donne impossibili Courtney Love e Salma Hayek, indifferente alla celebrità e ai soldi, è il più intellettuale degli attori giovani di Hollywood, nonostante Fight Club, Le crociate (dove portava sulla faccia una maschera d’argento), The Italian Job e altri film minori. È molto bravo: non è certo il caso di stupirsi se in non più di cinque anni ha conquistato con il rigore, l’intensità, l’eclettismo della recitazione gli spettatori e i critici.

Da Lo Specchio, 24 marzo 2007

(www.mymovies.it)

FILMOGRAFIA

Ho visto tutti i suoi film tranne Eliminate Smoochy col grande Robin Williams e gli ultimi tre, ma in tutti le altre pellicole è riuscito a comunicare forti sensazioni ed emozioni in un modo o nell’altro. Norton è uno degli attori su cui si può fare affidamento per il futuro a mio avviso.Uno da dieci e lode. Uno dei futuri De Niro, Hoffman, ecc…

Precedente Diario di uno scandalo Successivo Qualcuno volò sul nido del cuculo

18 commenti su “Edward Norton

  1. FirstBrigitte il said:

    Grandissimo!

    Un attore molto promettente che ci ha già regalato delle interpretazioni indimenticabili: sopra tutte, secondo me, ci sono quella in “American History X” e in “La venticinquesima ora”. Mi piace molto, è uno di quegli attori che mi portano al cinema 🙂

  2. Ale55andra il said:

    Karn che te prende? :PPP

    Arndold secondo me se lo rivedi, la 25° ora ti piace! ^_-

    Ciao daddun fa sempre piacere vedere i vostri commenti ^^

  3. ArnoldLayne84 il said:

    No non mi piace per quelle frecciatine politiche, perchè nomina Bin Laden, per il dialogo davanti al WTC..per il resto non è male cmq 😀

  4. honeyboy il said:

    3 interpretazioni geniali e inarrivabili:

    -25a ora (capolavoro di film, capolavoro recitativo)

    -american history X (gan bel film, strabravo Norton)

    -fight club (a dire il vero anche pitt non se la cavò male)

  5. Kaleidoscope il said:

    è uno degli attori più dannatamente affascinanti, molto lontano dai soliti bellocci, bravissimo attore. Fight club e la 25a ora sono due dei miei film preferiti!

    Comunque, complimenti per il blog, davvero interessante!

    Ciao Antonia*

Lascia un commento