Liebster Award 2020

Con grande piacere l’autrice del blog Cinemuffin, posto delizioso in cui trovare recensioni di film scritte e raccontate con un taglio deliziosamente personale in cui l’aneddotica diventa parte integrante dei pezzi, facendoci rivivere pezzi di “storia” non solo del cinema, mi ha nominata per il Liebster Award 2020!

Qui sotto quindi, pubblico le risposte alle domande che mi sono state poste:

  1. Ti capita mai di vedere un film e pensare “questo proprio non lo posso recensire!”?

Mi capita spesso di non avere il tempo di recensire tutto quello che guardo, soprattutto rispetto agli anni passati. Però a volte è vero: di fronte alla magnificenza di alcuni film che sono delle vere e proprie opere d’arte, ci si sente talmente piccoli da non sentirsi in grado di parlarne senza magari ripetere cose già dette e stradette e senza tradire la grandezza dell’opera. Tutto sommato, comunque, è sempre bello condividere il proprio parere e le proprie sensazioni dettate da una visione e, magari, scambiare opinioni tramite i commenti o la lettura di post che trattano dello stesso film anche in altri blog.

  1. Ti è mai capitato di cambiare completamente opinione su un film che avevi già visto?

Non moltissime volte e non completamente, però sì, è capitato nel corso degli anni come per esempio, il primo che mi viene in mente, con Unbreakable (visto la prima volta e liquidato come opera sufficientemente godibile, riguardato e ritrovatolo, invece, una figata assurda). Ci sono sicuramente altri titoli e magari molto più indicativi rispetto alla domanda, ma per ora mi viene in mente questo. Di solito succede che mi piaccia di più un film che prima avevo sottovalutato, molto più raramente accade il contrario e cioè che mi piaccia meno un film che ho amato sin da subito.

  1. Ti è mai capitato di scrivere un articolo all’ultimo momento, magari facendone slittare uno già programmato, perchè sentivi l’urgenza di pubblicarlo immediatamente?

Ho ripreso a scrivere regolarmente sul mio blog di “recente” (da ottobre dello scorso anno), dopo averlo abbandonato per parecchi anni e dopo averlo seguito con una frequenza di pubblicazione decisamente serrata e in quel periodo mi capitava molto spesso di dare priorità a visioni fresche di cinema, rispetto magari alla pubblicazione di articoli che avevo già preparato. Da quando ho ripreso non è ancora capitato, ma spero di tornare a quei ritmi e di avere questa possibilità.

  1. Quando ti chiedono “qual è il tuo film preferito” di solito cosa rispondi? 

Vertigo di Alfred Hitchcock.

  1. Alla domanda precedente dai sempre la stessa risposta? 

Sì, da molti anni a questa parte. In adolescenza avrei detto C’era Una Volta in America, ma rivedendo Vertigo in età “adulta” e poi continuando a farlo nel corso degli anni, la risposta per me sarà sempre e solo quella.

  1. C’è una canzone di un film che canti in auto o sotto la doccia o per addormentare i bambini?

Non ho bambini, ma in auto e sotto la doccia mi capita spesso di cantare e devo dire che ce ne sono a centinaia penso. Più spesso mi capita con Mrs. Robinson e Skyfall, le prime due che mi vengono in mente.

  1. Quando rileggi quello che hai scritto in genere ti piace o invece vorresti cancellare tutto?

Generalmente mi ritrovo sempre in quello che ho scritto, con tutto che ovviamente si può sempre fare di meglio, ma soprattutto in giro c’è sempre comunque di meglio. Ma tutto sommato sono contenta di quello che scrivo e di come lo scrivo.

  1. Come hai scelto il nome del tuo blog?

Seguendo la mia passione smodata per il film In The Mood For Love.

  1. Desideri che i tuoi amici e parenti seguano il tuo blog o preferisci tenerli all’oscuro?

Ma sinceramente, nonostante l’affetto che amici e parenti nutrono nei miei confronti, non tutti sono così tanto appassionati di cinema da stare lì ogni volta a leggersi ogni post e quindi penso che non lo facciano chissà quanto spesso, a differenza di “estranei” che, seguendo la nostra passione comune, magari vengono a dare un’occhiata ai miei post (così come faccio io con i loro). Comunque non mi darebbe fastidio se lo facessero più spesso, né mi dispiace per il fatto che lo facciano poco spesso.

  1. Scegli i film o le serie tv da guardare in funzione del blog oppure scrivi di quello che ti capita sotto mano?

No, scelgo cosa guardare sulla base di quanto quella cosa sia in lista da un po’ (soprattutto quando parliamo di serie tv, ma anche con i film non si scherza ormai) e su quanto ne legga bene o male in giro per i vari blog o su quanto hype mi provochi a prescindere per il cast, il regista, la tipologia di racconto, ecc… Dopodiché sulla base di quello poi ne scrivo sul mio blog.

  1. Se potessi far leggere il tuo blog a una qualunque personalità del mondo del cinema o delle serie tv, chi sceglieresti?

Questa è particolarmente ardua, perché ce ne sarebbero veramente tante. Però nutro una stima particolare per Matthew Weiner, il creatore di quel grandissimo capolavoro televisivo di Mad Men, la mia serie preferita per eccellenza, nonché anche autore de I Soprano.

Di seguito, invece, i miei nominati e subito dopo le 11 domande che pongo loro:

Cinefatti

Dead Inside

Mr. Ink: Diario di una dipendenza

Horror Estremo

I Cinemaniaci

Il Bollalmanacco di Cinema

Il Buio in sala

Il giorno degli zombi

In Central Perk

La Bara Volante

La Fabbrica dei Sogni

Lo Spettatore Indisciplinato 

Pensieri Cannibali

Pietro Saba World

Recensissimo

Redrumia

Solaris

Tomobiki

Una vita da cinefilo

Vengono fuori dalle fottute pareti

White Russian

  1. Da quanto tempo scrivi sul tuo blog di cinema?
  2. A che età hai iniziato ad appassionarti seriamente alla settima arte?
  3. Che genere cinematografico prediligi, sia per la visione che per la scrittura di recensioni?
  4. Tre registi/tre attori/tre sceneggiatori
  5. Sei anche un appassionato di serie tv e se sì quali sono le tue preferite? Preferisci il caro vecchio cinema o il racconto seriale?
  6. Al di là del blog, sei presente anche su altre piattaforme social (Facebook, Instagram, ecc…?)
  7. Al di là dei blog cinematografici, ci sono altri “contenitori” cartacei o online che segui per informarti sulle novità o per leggere recensioni? E se sì, quali?
  8. Qual è l’ultimo film che hai visto e quale sarà il prossimo?
  9. Il film migliore della scorsa stagione cinematografica?
  10. Il regista più sopravvalutato di sempre?
  11. Il regista più sottovalutato di sempre?

 

Precedente Possessor: Brandon Cronenberg segue le orme del padre in questo fanta-horror decisamente inquietante Successivo A Good Woman is Hard To Find: l’empowerment al femminile parte da un vibratore

8 commenti su “Liebster Award 2020

  1. Grazie per la nomination!! Belle risposte (Vertigo! Mrs Robinson!), e anche belle domande! Rispondo qui che ho già fatto un post Liebster award qualche giorno fa… :–)

    Da quanto tempo scrivi sul tuo blog di cinema? Un paio d’anni in maniera assidua, ma il blog l’ha aperto un amico quattro anni fa.

    A che età hai iniziato ad appassionarti seriamente alla settima arte? Da sempre sono stato appassionato grazie ai miei fratelli più grandi!

    Che genere cinematografico prediligi, sia per la visione che per la scrittura di recensioni? Fantascienza!

    Tre registi/tre attori/tre sceneggiatori
    Registi: Carpenter, Gilliam, Kubrick. Attori… Kurt Russell, Joaquin Phoenix, Woody Harrelson. Sceneggiatori: Carpenter, Trumbo, Tarantino.

    Sei anche un appassionato di serie tv e se sì quali sono le tue preferite? Star Trek, fino a Voyager!

    Preferisci il caro vecchio cinema o il racconto seriale? Cinema! Cinema!

    Al di là del blog, sei presente anche su altre piattaforme social (Facebook, Instagram, ecc…?) Solo il blog e il Twitter ad esso associato.

    Al di là dei blog cinematografici, ci sono altri “contenitori” cartacei o online che segui per informarti sulle novità o per leggere recensioni? E se sì, quali? Per le novità mi fido dei blog, però mi piace leggere libri sul cinema, che contengano recensioni o altri approfondimenti.

    Qual è l’ultimo film che hai visto e quale sarà il prossimo? Ho riguardato per l’ennesima volta Ghosts of Mars di Carpenter giusto questo pomeriggio. Il prossimo… Forse Bullit?

    Il film migliore della scorsa stagione cinematografica? Non saprei… Per stagione si intende l’anno? 2019? Parasite è davvero bello…

    Il regista più sopravvalutato di sempre? Michael Bay? Zack Snyder? JJ Abrams? Ridley Scott? Uno di questi…

    Il regista più sottovalutato di sempre? Mi vengono in mente registi che mi stanno simpatici ma che ormai nessuno considera più. A parte gli ovvi Carpenter, Romero, Gilliam… Anche Verhoeven e Schumacher, per esempio!

  2. inthemoodforcine il said:

    Grazie ragazze e scusate per il ritardo nella risposta, ma sono giorni che vengo inondata da commenti di spam (ma in numero spropositato) e ho messo delle restrizioni ai commenti che però evidentemente mi hanno fatto perdere anche i vostri che ho dovuto approvare manualmente.

Lascia un commento